evidenza

Festa dei Musei 2018 – Sabato 19 e domenica 20 maggio 2018

Posted on Posted in Abbazia di Vezzolano, Castello di Aglié, Castello di Racconigi, Castello di Serralunga, Forte di Gavi, Palazzo Carignano, Villa della Regina

È in arrivo il primo grande evento culturale internazionale del 2018!

Sabato 19 e domenica 20 maggio vi aspettiamo per vivere insieme la Festa dei musei 2018tante iniziative che vi accompagneranno in tutte le nostre sedi.

E sabato sera aperture speciali prolungate per la Notte dei Musei! Scopri gli orari di apertura cliccando QUI

 

Villa

Villa della Regina un ricco ventaglio di opportunità:

Sabato 19 maggio

alle 11.00 e alle 18.00 visita agli Appartamenti Reali della residenza dal titolo La villa delle delitiae: 
nata nel 1615 come Vigna del Cardinal Maurizio, la residenza diventa in seguito una delle Delitiae della corte sabauda, una villa extraurbana per piacevoli villeggiature nella bella stagione.
Nonostante alcuni danni provocati dal tempo e dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, si possono ammirare nelle sale del Piano Nobile arredi e decorazioni settecenteschi che illustrano perfettamente il gusto del tempo. Le cineserie di Pietro Massa, la mitologica Arcadia di Corrado Giaquinto, gli spensierati giochi di putti di Giovanni Battista Crosato, le architetture illusionistiche di Giuseppe Dallamano coordinate dalla regia del grande architetto Filippo Juvarra, ancora oggi permettono ai visitatori di trascorrere una giornata in villa piacevole come trecento anni fa.
hr1

alle 15.00 visita dedicata agli Ebanisti a corte: un percorso dedicato all’arte dell’intaglio ligneo nel Settecento che si soffermerà sugli artisti piemontesi Pietro Piffetti, Pietro Massa e Giuseppe Maria Bonzanigo.
Il percorso si articola tra alcune sale dell’appartamento del Re e della Regina del primo piano nobile, rievocando e descrivendo le tecniche ebaniste adottate dai migliori artigiani di corte, per tutto il Settecento e inizio Ottocento. Il pubblico avrà modo di conoscere tre dei maggiori ebanisti piemontesi.
Pietro Piffetti, nominato da Carlo Emanuele III primo ebanista del regno, realizzò per lo stesso Re la preziosa libreria, un insieme armonico di rare essenze lignee ed intarsi, che fu trasferita nel 1876 al palazzo del Quirinale per volere del Re Vittorio Emanuele II. Oggi nella Villa si possono ammirare i preziosi “taburetti” settecenteschi impreziositi con inserti in madreperla, da poco restaurati e ricollocati nel medesimo Gabinetto della Biblioteca dell’Appartamento del Re.
Pietro Massa, abile artigiano autore delle preziose boiseries dei “Gabinetti alla China” degli appartamenti reali, nelle quali riuscì a rendere splendidamente il raffinato ed elegante gusto occidentale per l’oriente. Un insieme decorativo di straordinaria abilità dove seppe creare un’illusoria metamorfosi di materiali ed elementi e un’armonia tra personaggi e soggetti paesaggistici.
Giuseppe Maria Bonzanigo, maestro dell’intaglio in miniatura, con le sue ventole scolpite in legno di tiglio, conclude il viaggio all’insegna di quest’arte.

hr1

alle 15.30 verrà proposta Una passeggiata da Re, visita dei giardini all’italiana che circondano la residenza (unica visita soggetta a condizioni metereologiche. Si raccomanda di indossare calzature comode).
“Poco distante dal Monte siede la Vigna della Regina.
L’adornano orti e boschi a forma di anfiteatro con fontane e sontuosi ornamenti d’architettura.
Ha questa villa un pregio da pochi avvertito,
e nondimeno assai importante per l’istoria dell’arte del fare i giardini;
ed è ch’essa presenta incontaminato il carattere di un giardino all’italiana,
prima che l’uso dei giardini regolari alla francese trapassasse in Italia
insieme colle altre usanze della corte di Luigi XIV”
Questa descrizione del 1840 in poche righe mette in luce l’importanza e la bellezza dei giardini di Villa della Regina.
Durante la visita si risalirà il percorso della catena d’acque seicentesca, dalla fontana del Rondeau a valle fino al Mascherone a monte, dalla cui bocca sgorga la sorgente naturale che alimenta i giochi d’acqua. La guida spiegherà la definizione di “Vigna collinare” che accompagna la residenza fin dalla sua origine, nel 1615. Attraverso le finte grotte, il Padiglione dei Solinghi e una passeggiata nella Corona Boscata si raggiungerà il Belvedere Superiore, scenografico punto panoramico su tutto il complesso di Villa della Regina e sulla città di Torino.

hr1

Domenica 20 maggio

alle 15.30 nel Salone d’Onore concerto del coro Mikron nelle formazioni di coro giovanile e coro di voci bianche. 
Il Salone d’Onore di Villa della Regina venne realizzato nel 1733 su progetto di Filippo Juvarra; l’ambiente fu espressamente creato per l’esecuzione di musica dal vivo durante le feste, i concerti, i balli che allietavano la vita di corte all’epoca dei sovrani Carlo Emanuele III e Polissena d’Assia.
Il repertorio di entrambi i cori Mikron prevede un percorso musicale e linguistico che abbraccia canti di origine popolare – provenienti da diverse culture e parti del mondo – e composizioni del repertorio più classico includendo brani di musica rinascimentale e barocca.
L’ingresso sarà consentito fino ad esaurimento posti.

Tutte le attività sono offerte gratuitamente previo pagamento del biglietto d’ingresso alla Residenza

Per informazioni e prenotazioni: tel. 011 8194484, e-mail pm-pie.villadellaregina@beniculturali.it

 

 

PalazzoCarignano

A Palazzo Carignano

sabato 19 maggio alle 16.00 visita guidata Sguardi sul Legnanino, le volte affrescate di Palazzo Carignano

In collaborazione con il Museo Nazionale del Risorgimento Italiano, Palazzo Carignano propone al pubblico una visita guidata – su prenotazione per max 25 persone – incentrata sugli affreschi di Stefano Maria Legnani, detto il Legnanino.
Il pubblico avrà la possibilità di ammirare le opere presenti negli Appartamenti dei Principi al piano terra e in alcune sale del piano nobile facenti parte del percorso museale del Museo Nazionale del Risorgimento Italiano di Torino.

Costo del biglietto d’ingresso € 10,00

Prenotazione obbligatoria: tel. 0115641791, e-mail pm-pie.palazzocarignano@beniculturali.it

 

Aglie

Al Castello di Aglié

sabato e domenica alle 15.30, vi aspetta una intrigante Caccia al tesoro al Castello

In ciascuna giornata della Festa dei Musei 2018 gli educatori museali propongono ai bambini ed alle loro famiglie una simpatica caccia al tesoro.
L’evento verrà svolto in due fasi: i bambini, accompagnati dai genitori, visiteranno alcune Sale del Castello e parte dei Giardini; successivamente negli spazi esterni del Castello si svolgerà la caccia al tesoro mirata alla ricerca della biodiversità come patrimonio naturale mondiale.
Al termine i bambini potranno realizzare una propria creazione che, a ricordo della giornata, potranno portare a casa.

Attività gratuita previo pagamento del biglietto di ingresso

 

Informazioni e prenotazioni: tel. 0124330102; e-mail pm-pie.aglie@beniculturali.it

 

Gavi

Al Forte di Gavi sabato 19 e domenica 20 vi aspetta la mostra Le principesse contemporanee

Informazioni e prenotazioni: tel. 0143 643554; e-mail: pm-pie.gavi@beniculturali.it

 

Vezzolano

All’Abbazia di Vezzolanosabato alle 16.30 e domenica alle 11.00, visite guidate sul tema 

Santa Maria di Vezzolano e il romanico del Monferrato astigiano

Le visite guidate al complesso canonicale e alla mostra permanente La materia e l’invenzione punteranno l’attenzione sulla peculiarità delle strutture, realizzate da maestranze che hanno costruito numerose chiese e cappelle nelle campagne astigiane, accomunate da caratteristiche che sono proprie di uno stile architettonico denominato “Romanico Astigiano”.
Il punto di ritrovo è sul sagrato della chiesa 10 minuti prima dell’inizio della visita. Non si effettuano prenotazioni.

hr1

Inoltre, in occasione della Notte Europea dei musei, sabato alle 21.00, concerto del coro Sine Nomine che proporrà una selezione di musiche sacre e profane per accompagnare il pubblico in un percorso attraverso i secoli, dal medioevo al novecento.
L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili. Non si effettuano prenotazioni.

 

Racconigi

Al Castello di Racconigi, sabato e domenica alle 11.30, 15.00 e 17.00 visite guidate dal titolo

Dalla casa del re. Cronache, interviste e fotografie

L’itinerario restituirà al pubblico il ritratto inedito di una delle residenze più amate dalla famiglia reale attraverso la lente dei mezzi di comunicazione impiegati nella prima metà del ‘900, secolo della modernità e delle grandi invenzioni.
In quegli anni sono infatti i giornali, le riviste, la radio, il telegrafo e le cartoline a veicolare notizie e immagini del castello di Racconigi e dei suoi abitanti, in Italia e nel mondo: cosa si racconta delle villeggiature estive di Vittorio Emanuele III e della sua consorte? In quali occasioni i Savoia aprono le porte della propria casa a giornalisti e fotografi? Come conciliano la loro vita privata con gli obblighi dinastici di pubblica rappresentanza?
La visita attraverserà gli ambienti novecenteschi, dalle camere dei principini agli alloggi delle balie fino agli appartamenti del secondo piano, riflettendo sugli strumenti di divulgazione odierni e su quelli di cent’anni fa, quando non vi erano né internet, né i social network.

Attività gratuita previo pagamento del biglietto di ingresso

 

Informazioni e prenotazioni: tel.0172 84005 mail: pm-pie.racconigi.sed@beniculturali.it

locandina_versione 1

 

Serralunga

Il Castello di Serralunga d’Alba vi aspetta sabato 19 maggio alle 11.45 e alle 15.45 con la visita guidata dal titolo

Al tempo dei Falletti

I visitatori potranno rivivere nei vari saloni alcuni aspetti legati alla vita di un castello del 1300.
Tante saranno le domande che potranno avere risposta: Come si viveva? Quale erano le leggi che gestivano i rapporti tra i signori Falletti e la popolazione locale? Cosa mangiavano? Quanto pesa una spada o un elmo?

Informazioni e prenotazioni: tel. 0173 613358; e-mail info@castellodiserralunga.it

 

 


Condividi su:
Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail