PoloMuseale

Eventi della settimana, dal 14 al 16 settembre 2018

Posted on Posted in Abbazia di Fruttuaria, Castello di Aglié, Castello di Racconigi, Forte di Gavi, Villa della Regina

In attesa delle Giornate del Patrimonio 2018 le nostre sedi vi attendono con interessanti offerte di visita:

Racconigi

Le sale espositive del Castello di Racconigi, dal 15 settembre al 20 novembre 2018, ospitano la mostra

Seta: il filo d’oro che unì il Piemonte al Giappone 

Sabato 15 settembre due conferenze tenute dai professori venuti appositamente per l’occasione dall’Università di Osaka 

alle ore 11.00

Conferenza del Professor Motoaki Ishii sulla comunità giapponese presente in Italia alla fine dell’800, formata da rappresentanti di ditte esportatrici di seta grezza e uova di baco, commercianti e artisti,  e sul ruolo del Regio Istituto Internazionale di Torino, in cui dal 1873 e per un decennio otto giapponesi studiarono le tecniche commerciali della seta, la bachicoltura e la lingua italiana per fare affari direttamente in Italia.
alle ore 16.00
Conferenza del Professor Giulio Bertelli sulla comunità italiana presente in Giappone alla fine dell’800: avventurosi ufficiali della Marina del Regno d’Italia che tracciarono le rotte di terre ancora sconosciute descrivendole nei giornali di bordo e illuminati imprenditori della seta che rischiarono la loro vita per riportare a casa le preziose uova di baco giapponese.

Informazioni: tel. 017284005, e-mail racconigi.prenotazioni@beniculturali.it

hr1

Domenica 16 settembre,  alle 17.00  l’Associazione Amici della Musica di Savigliano in collaborazione con la Direzione del Castello propone il secondo concerto nell’ambito dell’iniziativa Recondite Armonie. Ritorni 2018

L’Ensemble Collegium Pro Musica, fondato nel 1989 da Stefano Bagliano, formato da Barbara Zanichelli soprano, Stefano Bagliano al flauto, Alberto Pisani al violoncello e Gianluca Capuano al clavicembalo, darà vita ad un concerto su repertorio settecentesco, in cui il dialogo fra la voce umana e gli strumenti trova accenti di autentica emozione sempre all’insegna della piacevolezza e della chiarezza comunicativa. 

Ingresso consentito fino ad esaurimento posti.

 

Villa

Villa della Regina, sabato 15 settembre sarà straordinariamente aperta sino alle 21.00 (ultimo ingresso alle 20.00)

alle 18.00 e alle 19.00, due visite guidate dei giardini all’italiana che circondano la residenza.

Durante la visita verrà illustrato il Teatro d’Acque d’acque seicentesco, dal cortile a Esedra a valle fino al Mascherone a monte, dalla cui bocca sgorga la sorgente naturale che alimenta i giochi d’acqua. La guida spiegherà la definizione di “Vigna collinare” che accompagna la residenza fin dalla sua origine, nel 1615.

Le finte grotte, il Padiglione dei Solinghi, i percorsi ombreggiati nella Corona Boscata e il Belvedere Superiore, scenografico punto panoramico su tutto il complesso di Villa della Regina e sulla città di Torino, arricchivano di piacevolezze i soggiorni della corte torinese presso la Villa.

Infine i visitatori verranno accompagnati al vigneto storico, dove i viticoltori della ditta Balbiano illustreranno le tecniche di coltivazione.

Si consiglia l’utilizzo di calzature sportive.

Informazioni: tel. 0118194484, e-mail pm-pie.villadellaregina@beniculturali.it

 

Aglie

Al Castello di Aglié sabato 15 settembre alle ore 15.00 un nuovo appuntamento della speciale visita guidata Echi di note lontane organizzata nell’ambito di Reali sensi: l’udito.

Dai balletti di Filippo San Martino ai Lieder della duchessa Isabella passando per l’opera lirica tanto amata da Carlo Felice, la passione per la musica ha accompagnato la storia del Castello dal Seicento a oggi. Nella visita si scopriranno le note riecheggiate tra queste stanze rivivendo le emozioni di epoche lontane.

Informazioni: tel. 0124 330102, e-mail: pm-pie.aglie@beniculturali.it

 

Gavi

Al Forte di Gavidomenica 16 settembre ultimo appuntamento con le attività di Gavi Forte di Cultura

Gli attori di Teatro e Società per l’intera giornata guideranno i gruppi di partecipanti mettendo in scena un vero e proprio spettacolo che intreccerà le vicissitudini di personaggi contemporanei con quelli storici, in un racconto incalzante e ricco di colpi di scena che porterà a conoscere, in modo insolito e divertente, anche aspetti meno noti della storia del prestigioso maniero.
Si incontreranno Padre da Fiorenzuola rinomato ingegnere militare a cui si deve l’abilità di “far della montagna un Forte” per garantire la sicurezza di Genova e poi soldati e prigionieri, tra cui l’inglese Pringle, l’unico evaso con un’astuta fuga. Presenti anche i figuranti della “Compagnia della Picca e del Moschetto” e della Compagnia teatrale “Due x sei” di Novi Ligure, che con alcuni partecipanti al “Laboratorio per la narrazione dei beni culturali” arricchiranno la rappresentazione in più punti del percorso di visita.

Il progetto “Gavi Forte di cultura, arte e storia” è promosso dal Polo Museale del Piemonte e realizzato dalla Compagnia Teatro e Società con il contributo della Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando “Luoghi della Cultura” e il riconoscimento dell’Anno europeo del patrimonio culturale 2018. E’ realizzato in collaborazione coi comuni di Arquata Scrivia, Gavi, Mornese, Novi Ligure, Serravalle Scrivia.

Le partenze a gruppi sono programmate ogni ora e mezza con i seguenti orari: 10.00 – 11.30 – 13.00 – 14.30 – 16.00 – 17.30
La permanenza al Forte è prevista per circa due ore, sono consigliate scarpe comode e si segnala che il percorso non è accessibile a carrozzelle e passeggini.

La partecipazione alle visite teatrali è gratuita previo pagamento del biglietto di ingresso al Forte: € 5.

Per ottimizzare l’organizzazione dei gruppi è richiesta la prenotazione inviando un’e-mail a: prenotazione@teatrosocieta.it oppure contattando la segreteria di Teatro e Società, al n. 392 2906760 (dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 13.00).

hr1

Inoltre fino al 29 settembre, con il biglietto di ingresso al Forte, è possibile visitare la mostra di sculture di Nino Ventura “Ad occhi chiusi”

 

fruttuaria

L’Abbazia di Fruttuaria sarà aperta domenica 16 settembre dalle 15.00 alle 17.00. Visite a cura dell’Associazione Amici di Fruttuaria.

 

 


Condividi su:
Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail