Eventi della settimana, dal 19 al 21 ottobre 2018

Posted on Posted in Abbazia di Vezzolano, Castello di Aglié, Castello di Serralunga, Palazzo Carignano, Villa della Regina

Vezzolano

All’Abbazia di Vezzolano venerdì 19 ottobre alle ore 16,30 inaugurazione della mostra

Araba Fenice. Riciclo funzionale. Riuso artistico, a cura di Valeria Torazza

Esposizione di opere di artisti contemporanei e di cittadini che hanno realizzato creazioni d’arte riutilizzando e rifunzionalizzando materiali destinati allo scarto.
La mostra, che sarà visitabile sino all’11 novembre, è organizzata dall’Associazione Culturale Peppino Impastato di Carmagnola con la collaborazione dell’Associazione Culturale La Cabalesta, l’ingresso è libero e gratuito.

 

Orari:

dal 19 ottobre al 27 ottobre: martedì-domenica, dalle 10,00 alle 18,00;

dal 28 ottobre all’11 novembre: martedì-domenica, dalle 10,00 alle 17,00

 

Per informazioni e prenotazioni: tel. 0119872463; e-mail info@lacabalesta.it

 

Aglie

Il Castello di Aglié venerdì 19 ottobre sarà aperto straordinariamente fino alle ore 22.30

alle 21.00, per la serie del ciclo Un’ora di storia, il professor Pietro Passerin d’Entréves, già professore ordinario di Zoologia nell’Università di Torino e studioso delle cacce sabaude, terrà la conferenza dal titolo

Ferdinando di Savoia e Vittorio Emanuele II: le cacce reali

Ferdinando di Savoia duca di Genova fu un grande appassionato di caccia, al pari di Vittorio Emanuele II. Istruiti in questo esercizio a Racconigi dal padre, il re Carlo Alberto, i due fratelli spesso tralasciavano gli studi per dedicarsi a questa attività. Ferdinando allestì un’interessante collezione ornitologica che alla sua morte fu trasferita nel castello di Aglié dove è conservata ancora oggi. Tale collezione è stata incrementata dalle raccolte del secondo Duca di Genova, Tommaso, effettuate durante il suo primo viaggio di circumnavigazione del globo. A Ferdinando si deve l’iniziazione di Vittorio Emanuele II alle cacce di montagna che, per circa sessant’anni si svolgeranno nei distretti di caccia del Gran Paradiso, di Ceresole e di Valdieri e sugli stessi territori che oggi sono protetti dai parchi del Gran Paradiso e delle Alpi Marittime. (Pietro Passerin d’Entréves).

CDA_DIG01522 - conf passerin

Il professor Passerin d’Entrèves ha curato lo studio storico-scientifico della collezione ornitologica del Castello.

Informazioni e prenotazioni: tel. +39 0124330102, e-mail  pm-pie.aglie@beniculturali.it 

 

In occasione della manifestazione Vendemmia a Torino. Grapes in town, promossa dalla Regione Piemonte, nelle sedi torinesi del Polo Museale si svolgeranno alcune attività:

Villa

A Villa della Regina, sabato 20 ottobre alle ore 14.00 si terrà il convegno dal titolo

I vigneti urbani come strumento di valorizzazione del territorio

L’ingresso sarà consentito sino ad esaurimento posti.

PoloMuseale

A Palazzo Carignano tre giorni di attività correlate all’iniziativa.

Venerdì 19 e sabato 20 ottobre aperture prolungate sino alle 21.00

Nelle tre giornate nel Salone dell’Appartamento di Mezzanotte si svolgeranno alcune conferenze

Sabato 20 e domenica 21 ottobre visite guidate speciali negli Appartamenti Barocchi che includeranno, nel suggestivo ambiente delle cucine seicentesche, un video-racconto su Cavour e la degustazione del “Barolo Castello”.

Visite a cura del Polo Museale del Piemonte con la collaborazione dei volontari Senior Civici e della Regione Piemonte.
Video e degustazione a cura dell’Enoteca Regionale Piemontese Cavour.

Le visite si svolgeranno con il seguente orario:
Sabato 20 ottobre, orari partenze visite: 11:00, 12:00, 13:00, 14:00, 15:00, 16:00, 17:00, 18:00, 19:00.
Domenica 21 ottobre, orari partenze visite: 11:00, 12:00, 13:00, 14:00, 15:00, 16:00, 17:00.

Visite guidate gratuite previo pagamento del biglietto di ingresso € 5

A tutte le attività l’ingresso sarà consentito sino ad esaurimento posti.

Informazioni e prenotazioni: prenotazioni@vendemmiatorino.it

 

Serralunga

Infine domenica 21 ottobre la storia va in scena al Castello di Serralunga d’Alba, con i suoi antichi abitanti, le leggende e le tradizioni delle sue colline, tramandate dal Medioevo a oggi.

La XVIII edizione di Narrar castelli e vini fa tappa in Langa con una visita narrata che riserva uno spazio speciale alle degustazioni di vini locali: un modo per rivivere i fasti del passato e brindare insieme davanti a un panorama mozzafiato sulle colline Unesco.

L’iniziativa è promossa dall’Associazione Turismo in Langa in un circuito che comprende visite anche ai castelli di Monticello d’Alba, Monteu Roero e Ceresole d’Alba.

A Serralunga guide d’eccezione, per un giorno, saranno proprio gli antichi abitanti, impersonati da animatori e guide turistiche in costume, per narrare vicende storiche, leggende e curiosità legate ai castelli. In particolare a Serralunga, i visitatori incontreranno, oltre alla guida del castello, il signore feudale Pietrino Falletti, dell’antica casata piemontese, intento a dare disposizioni sulle coltivazioni dei suoi possedimenti e sulle pene previste per chi danneggia il raccolto. Al termine del percorso narrato di visita, spazio alla degustazione di vini locali.

La visita è adatta a grandi e piccini.
Orari: dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 (partenze ogni 45 minuti circa)

Costo per la visita narrata: gratuito per bambini fino a 10 anni, 10 € per gli adulti. Possessori Abbonamento Musei Torino Piemonte Card 6 €

Informazioni e prenotazioni: e-mail info@castellodiserralunga.it; tel. 0173.613358 e 0173.386697.


Condividi su:
Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail