PoloMuseale

Da Marianna a Maria Cristina. Il Castello di Agliè tra antico e moderno – Giornata di studio.

Posted on Posted in Castello di Aglié, Palazzo Carignano

Venerdì 23 novembre 2018, dalle ore 9.00 alle 17.30

nel Salone d’onore dell’Appartamento di Mezzanotte di Palazzo Carignano, in via Accademia delle Scienze 5 a Torino,

si terrà la Giornata di studi

Da Marianna a Maria Cristina. Il Castello di Agliè tra antico e moderno

Il Polo Museale del Piemonte a un anno e mezzo dalla rassegna #Renascence – tre giorni per il Castello di Agliè, tenutasi a Palazzo Carignano nel giugno 2017 per diffondere i primi risultati degli studi e dei restauri sulla Residenza sabauda canavesana, torna a ospitare nella propria sede principale una giornata di studi sul Castello di Aglié.
Dopo le aree verdi e le collezioni orientali, questa volta saranno presi in considerazione le collezioni archeologiche e moderne, gli elementi d’arredo e le arti applicate entrate in Castello nella prima metà dell’Ottocento: una serie di opere su cui si sono soffermati gli studi più recenti grazie a campagne di schedatura e a prestiti per mostre e che trova la sua particolarità nella committenza femminile.
Oltre che al gusto di re Carlo Felice (1765 – 1831), possessore del Castello per un periodo relativamente breve, l’aspetto del Castello di Agliè nel primo Ottocento è infatti da ricondurre alla cultura di due donne a lui legate: la sorella Marianna, duchessa del Chiablese (1757 – 1824) e la moglie, la regina Maria Cristina di Borbone-Napoli (1779 – 1849).
Un’affascinante pagina di storia ed arte ricostruita nelle sue diverse sfaccettature grazie a una sinergia di professionisti della storia, della storia dell’arte, dell’archeologia e del restauro, provenienti da vari enti e coinvolti nell’ultimo biennio nelle indagini conoscitive sul Castello, le collezioni e gli arredi.

 
Programma
Ore 9.00
Saluti istituzionali

Ore 9.30
Pierangelo Gentile, ricercatore del Dipartimento di Studi Storici dell’Università di Torino
Carlo Felice e Maria Cristina:il loro tempo, il loro regno.
Ore 10.00 – 13.00

Sezione I: archeologia

• Jacopo Corsi – Alba Scalia, archeologi
Scavi e ricerche tra Tuscolo e Veio: storia di una collezione archeologica

• Stefania Ratto, archeologa della Soprintendenza ABAP di Torino
La collezione veiente di Agliè: composizione e ipotesi di ricontestualizzazione

• Andrea Martelli, storico dell’arte
La collezione “veiente” di Agliè: il repertorio ceramico

• Marco Paolini – Alessandro Sani, restauratori della Soprintendenza ABAP di Torino
Il restauro dei materiali ceramici e metallici veienti del Castello Ducale di Agliè: problematiche specifiche, impostazione metodologica, primi interventi conservativi

• Mauro Rottoli, analista
I legni e i tessuti conservati sui metalli

Ore 14.30-17.30

Sezione II: storia dell’arte

• Alessandra Guerrini, Direttore del Castello di Aglié
Da Marianna a Maria Cristina: aggiornamenti di gusto negli arredi per il castello

• Lucia Pirzio Biroli Stefanelli, storica dell’arte
Memorie glittiche da Firenze e da Roma

• Monica Tomiato, docente di Storia dell’arte contemporanea all’Università di Torino
La committenza di Maria Cristina per i dipinti e le sculture

• Maria Ludovica Vertova, storica dell’arte
I bozzetti di Altacomba

• Gian Luca Bovenzi, storico dell’arte
I tessuti d’arredo della prima metà dell’Ottocento

• Alessandra Giovannini Luca, storica dell’arte del Polo Museale del Piemonte
Cristalli e porcellane per Maria Cristina: provenienze, iconografie e dispersioni

• Ferdinando Mazzocca, docente di Storia della critica d’arte presso l’Università Statale di Milano
Conclusioni
Per informazioni: pm-pie.comunicazione@beniculturali.it


Condividi su:
Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail