PalazzoCarignano

Eventi della settimana, dal 23 al 26 maggio 2019

Posted on Posted in Abbazia di Vezzolano, Castello di Racconigi, Castello di Serralunga, Forte di Gavi, Palazzo Carignano, Polo Museale

Ripartono, grazie alla collaborazione con Turismo Torino e Provinciale attività realizzate per l’iniziativa Reali Sensi, in questa occasione al Castello di Racconigi e a Palazzo Carignano.

 

Racconigi

Al Castello di Racconigi, giovedì 23 maggio alle 15.30

Il Gusto – Dalle cucine reali ai pranzi di corteun percorso tematico sul gusto aprendo le porte di uno dei suoi luoghi più coinvolgenti e nascosti: le cucine reali, chiamate a corte “Uffici di Bocca”. La visita sarà un’occasione per scoprire gli aspetti inediti delle cucine sabaude: un grande palcoscenico su cui si muovevano brigate di cuochi e di inservienti. Un itinerario approfondito che, attraverso studi, notizie e curiosità, permetterà di esplorare il dietro le quinte dei banchetti della corte sabauda dell’800 e del ‘900.

cucine

Per informazioni e prenotazioni: pm-pie.racconigi.sed@beniculturali.it

 

PoloMuseale

A Palazzo Carignano, domenica 26 maggio, alle ore 11.00

Il Tatto – Vietato non toccare: un percorso condotto nelle parti esterne di Palazzo Carignano, in cui i visitatori potranno ammirare la genialità costruttiva dell’architetto, il geniale Guarino Guarini, e toccare cogli occhi e con la mano i materiali utilizzati: il mattone seicentesco che adorna le facciate, il marmo di Gassino delle colonne dell’atrio, la pietra di Luserna che pavimenta l’atrio e i vestiboli, e i suggestivi Scaloni dalle linee curve.
All’interno degli Appartamenti dei Principi verrà approfondito il discorso della decorazione murale con boiseries dorate a foglia d’oro, finemente lavorate, che risplendono fra i grandi specchi incastonati nelle pareti.

IMG_4611

Prenotazioni e informazioni: tel. 0115641791; e-mail pm-pie.palazzocarignano@beniculturali.it

 

Vezzolano

All’Abbazia di Vezzolano fino a domenica 2 giugno sarà possibile visitare la mostra di pittura dell’Unione Artisti Chieresi 

Tesori oltre il tempo

Ingresso libero e gratuito.

Inoltre domenica 26 maggio, alle ore 15.00, concerto della Corale Pinese “La Primavera dell’anima”. Missae della tradizione classica e contemporanea, arie di stampo meditativo senza accompagnamento strumentale, diretta dal Maestro Mario Tento. 

 

Serralunga

Nel Castello di Serralunga d’Alba, sabato 25 maggio alle ore 16.00, vi aspetta

Un giardino da fiaba: una nuova attività per i visitatori più giovani, alla scoperta della natura che circonda uno dei manieri più affascinanti di tutta la Langa, affidato in gestione alla Barolo & Castles Foundation, tra gli esempi meglio conservati di edificio nobiliare trecentesco di tutta la regione.

Durante la visita, organizzata in collaborazione con Officine Zeta, i bambini saranno coinvolti in un laboratorio interattivo in cui imparare a usare tutti i 5 sensi e scoprire quali misteriosi segreti nasconde il giardino del castello. Ad accompagnare i partecipanti in questo viaggio all’aperto ci sarà un’animatrice che guiderà i bimbi tra colori, profumi, piccoli esseri viventi e, forse, perfino creature un po’ magiche.

Età consigliata: dai 5 ai 10 anni
Prenotazioni obbligatorie entro le 18.00 di venerdì 24 maggio. L’attività ha una durata di 45 minuti. Durante l’attività dei bambini, i genitori potranno visitare il maniero con accompagnamento guidato o ancora partecipare prima o dopo a un altro turno di visita in compagnia dei propri bambini
Costo: 8 euro a bambino che al termine dell’attività riceverà un piccolo omaggio Baratti & Milano.
In caso di maltempo l’attività sarà annullata

Informazioni e prenotazioni (obbligatorie): info@barolofoundation.it oppure chiamando il numero 0173386697.

 

Gavi

Al Forte di Gavi, sabato 25 maggio alle 16.00, inaugurazione della mostra di Francesco Jodice Il Corsaro Nero e la vendetta del Gavi, a cura di Ilaria Bonacossa, direttore della Fondazione La Raia e Annamaria Aimone, direttore del Forte di Gavi.

Per questa mostra Jodice ha fotografato le architetture, i paesaggi, i monumenti, le colline e le cantine, indagando gli aneddoti vernacolari e i personaggi che hanno segnato la storia del Gavi e di Novi Ligure.
Le opere di Francesco Jodice – bassorilievi nati dall’inaspettata fusione tra fotografie scattate dall’artista per questo progetto e i protagonisti delle locandine dei film musicati da Angelo Francesco Lavagnino – sono il risultato della sovrapposizione di due mondi: uno reale, l’altro fantastico. Nel loro insieme sembrano trasformare il Gavi nel set immaginario di un film popolato da cowboy, vampiri, pirati, figure mitologiche e donne seducenti. Jodice, attraverso un’operazione di collage pop e low-fi, trasfigura i castelli, le valli, le montagne e le cascate del Gavi in luoghi onirici e indimenticabili. 

La mostra sarà visitabile fino all’8 settembre 2019. Per informazioni: segreteria@fondazionelaraia.it

 


Condividi su:
FacebooktwitterpinterestlinkedintumblrmailFacebooktwitterpinterestlinkedintumblrmail