Racconigi

Il Fregio palagiano del Castello di Racconigi – Visite guidate speciali

Posted on Posted in Castello di Racconigi

Dopo il successo ottenuto in questi mesi, al Castello di Racconigi dal 1 febbraio aumentano le opportunità di visita al fregio ottocentesco protagonista dell’esposizione Il trionfo ritrovato.
Il fregio può essere ammirato all’interno del percorso ordinario dal martedì alla domenica con i gruppi di visita delle ore 10.30 e 15.30.

Commissionata nel 1839 da Carlo Alberto di Savoia Carignano, re di Sardegna, questa straordinaria opera si deve all’estro creativo di Pelagio Palagi, architetto di corte e regista di importanti interventi di rinnovamento all’interno delle residenze sabaude, e alla sapienza tecnica di Giuseppe Gaggini, scultore e professore all’Accademia di Belle Arti di Torino, che nel 1845 tradusse i disegni palagiani in un monumentale altorilievo in gesso.

Destinato alla Sala del biliardo del Castello di Racconigi, per una lunghezza complessiva di 34 metri, il fregio non trovò tuttavia tale collocazione e nel corso del Novecento, a seguito di vari spostamenti, se ne persero addirittura le tracce. Rivenuta nel 2012 durante un sopralluogo nei locali della Margaria, l’opera, suddivisa in oltre 300 frammenti, è stata restaurata: dopo un cantiere pilota avviato nel 2013 dal Centro di Conservazione e Restauro “La Venaria Reale”, nel 2015 l’intero altorilievo è stato sottoposto a una complessa operazione conservativa, sostenuta dall’Associazione Amici del Real Castello di Racconigi con il contributo delle Fondazioni Cassa di Risparmio di Torino e Cassa di Risparmio di Cuneo.

Attualmente è esposta una selezione delle 34 lastre che compongono il fregio, nell’ambito di un allestimento innovativo predisposto al piano terreno della residenza.

Per informazioni:
pm-pie.racconigi@beniculturali.it
tel. 0172 84005

FINALE 011


Condividi su:
FacebooktwitterpinterestlinkedintumblrmailFacebooktwitterpinterestlinkedintumblrmail