PoloMuseale

Daila Radeglia è il nuovo Direttore del Polo Museale del Piemonte

Posted on Posted in Polo Museale

Daila Radeglia

 

Martedì 1 marzo 2016 la dottoressa Daila Radeglia si è insediata negli uffici di Palazzo Carignano in qualità di Direttore del Polo Museale del Piemonte. Succede a Giovanna Paolozzi Strozzi, titolare della direzione del Polo dalla sua nascita nel marzo 2015 fino allo scorso novembre, ora Soprintendente alle Belle Arti a Bologna.

Daila Radeglia si è formata a Roma, dove si è laureata nel 1976 all’Università “La Sapienza” con Cesare Brandi, insigne studioso, critico d’arte, grande viaggiatore e teorico del restauro, al quale si deve la fondazione dell’Istituto Centrale del Restauro (1939), del quale fu il primo direttore.

Ha prestato servizio dal 1985 all’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro (attuale denominazione dell’ICR), occupandosi della direzione di lavori di restauro e della didattica, di consulenze in materia di conservazione dei beni culturali. Ha fatto parte della redazione della rivista dell’Istituto, il “Bollettino ICR” e ha ricoperto il ruolo di direttore del servizio Beni Storico-artistici.

I campi nei quali è stata impegnata spaziano dai dipinti su tela, su tavola su carta e su muro, alla scultura, in materiale lapideo, ligneo o metallo, alle vetrate, oreficerie, manufatti etnografici ed orientali, di epoca compresa fra il Medioevo e l’età moderna.

Fra i principali lavori di restauro degli ultimi anni si contano quelli di tele di Caravaggio come l’Annunciazione di Nancy e la Resurrezione di Lazzaro di Messina, di dipinti su tavola come il polittico di Santa Sabina di Antonio Vivarini e Giovanni d’Alemagna della chiesa di San Zaccaria a Venezia, l’icona della Madonna di S. Alessio a Roma, di vetrate, fra cui la vetrata della cappella della Maddalena in S. Francesco ad Assisi, di dipinti su carta come il rotolo giapponese Bamodoizu del Museo Stibbert di Firenze, di monumenti sepolcrali quali quelli Magalotti e Forteguerri di S. Cecilia in Trastevere a Roma.

Per motivi di servizio è stata in missione in Giappone, Francia, Cina e Algeria, e recentemente ha coordinato la missione in Nepal voluta dal Ministro dei Beni Culturali Franceschini per contribuire alla salvaguardia del patrimonio culturale di quel paese danneggiato dal terremoto del 25 aprile 2015.


Condividi su:
Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail