cover-tema FAMU

Famiglie al museo 2018 e non solo…. – da venerdì 12 a domenica 14 ottobre 2018

Posted on Posted in Castello di Aglié, Castello di Racconigi, Castello di Serralunga, Palazzo Carignano, Villa della Regina

Torna la domenica dedicata alle Famiglie al Museo in cui i bambini e le loro famiglie possono partecipare ad attività create appositamente per l’occasione. Quest’anno il tema prescelto è Piccolo ma prezioso ed il Polo museale partecipa con molte delle sue sedi.

Ma attenzione: anche altre opportunità di visita sono pronte per voi…

Serralunga

Al Castello di Serralunga d’Alba alle ore 15.00

il tema proposto “Piccolo ma prezioso” offre lo spunto per realizzare una visita per famiglie e ragazzi alla scoperta dei tanti graffiti che sono visibili sui muri interni del maniero: chi li ha fatti e perché?
Si tratta di piccoli disegni o incisioni sulle pareti che diventano per noi oggi esploratori e visitatori del castello preziose fonti d’informazioni.
Grazie a questi graffiti possiamo dire che oggi i muri del castello di Serralunga d’Alba ci ”parlano” dandoci interessanti informazioni o svelando curiosità sui vari utilizzi che il castello ha avuto nel corso dei secoli: dal passaggio di mercenari spagnoli nel 1616 fino agli usi più agricoli dopo il 1864, fino a punto di ritrovo e gioco per i ragazzi del borgo nel periodo delle due guerre mondiali. Si arriva infine all’ammonite nascosta in uno dei camini del maniero: un fossile antichissimo ma prezioso, che ci ricorda ancora che queste colline erano nel lontano passato un fondale marino. Piccoli elementi ma preziosi per creare un tour unico alla scoperta di un maniero speciale.

Informazioni: tel. +39 0173 613358; e-mail info@castellodiserralunga.it

 

Racconigi

Al Castello di Racconigi alle 10.00, 12.00, 14.00 e 16.00 visite guidate dal titolo

Lo scrigno ritrovato

Sarà possibile ammirare in via eccezionale uno dei manufatti più preziosi delle collezioni del Castello di Racconigi: lo scrigno della regina Margherita di Savoia, un raffinato capolavoro ornato da intarsi in avorio e madreperla e originariamente destinato a ospitare monete, piccoli oggetti di valore e gemme.
L’opera costituirà il punto focale dell’attività didattica: i bambini, aiutati dalle loro famiglie, intraprenderanno un percorso a tappe alla scoperta di simboli, oggetti, materiali ed elementi decorativi disseminati nel Castello che rimandano ai “piccoli ma preziosi” dettagli dello scrigno della regina: tarsie ornamentali a grottesca, lamine in madreperla policroma, statuine d’avorio e medaglioni. Grandi e piccini saranno invitati a osservare i tanti ricchi particolari che connotano il mobile e a cimentarsi nel disegno sperimentando la propria creatività.

Poiché la sala ove lo scrigno è conservato è molto piccola l’attività potrà essere proposta a gruppi di max. 10 persone.
La durata è di 75 minuti circa. L’attività è riservata a bambini fra i 6 e i 12 anni accompagnati dai genitori.

La prenotazione è obbligatoria: e-mail pm-pie.racconigi.sed@beniculturali.it

racconigi famu

 

Aglie

Al Castello di Aglié alle 10.00 e alle 15.00,  visite guidate alla scoperta del piccolo teatro in cui i sovrani assistevano alle rappresentazioni realizzate appositamente per loro.

Su la maschera!

Chi l’avrebbe mai detto? Passeggiando per il Castello, tra i saloni immensi, si può trovare un piccolo teatro. Una piccola stanzetta che però può dare grandi emozioni: venite a scoprirla insieme a noi e ai fantastici personaggi che vivono sul suo palco!

Il teatrino
Il teatrino

Informazioni e prenotazioni: tel. 0124 330102, e-mail: pm-pie.aglie@beniculturali.it

hr1

venerdì 12 ottobre il Castello sarà aperto straordinariamente fino alle ore 22.30 e alle ore 21.00 il geologo Paolo Quagliolo terrà una conferenza dal titolo Il Parco del Castello di Agliè nel suo contesto territoriale: ultimi studi

L’ambito territoriale in cui è stato realizzato il complesso del Castello di Agliè con i Giardini, il Parco cintato ed il Parco aperto, è caratterizzato da elementi geomorfologici legati alla formazione dell’Anfiteatro morenico di Ivrea, nella sua porzione esterna alle cerchie moreniche, ove le superfici dei depositi fluvioglaciali sono poi state rimodellate nel tempo geologico dall’azione erosiva della dinamica fluviale del T. Orco e dei suoi affluenti.
L’articolazione geomorfologica dei luoghi ha creato il contesto adatto per lo sviluppo del complesso architettonico, che grazie ad una ideazione e progettazione sapiente sviluppata in fasi successive nel corso dei secoli, ha potuto sfruttare la conformazione planoaltimetrica del sito per creare prospettive, giochi d’acqua, etc.
Nell’attività di restauro in corso dei Giardini e del Parco, sia del verde che dei manufatti idraulici ed architettonici, si è rivelato di fondamentale importanza lo studio del sito nelle varie componenti geomorfologiche, idrauliche, idrogeologiche, oltre naturalmente ad una accurata ricerca archivistica e a rilievi di dettaglio topografico-architettonici e della consistenza arborea, al fine di formare il quadro conoscitivo necessario ad una corretta progettazione degli interventi e fornire elementi utili per la manutenzione nel tempo. (Paolo Quagliolo)

 

PoloMuseale

A Palazzo Carignano alle 15.00 negli Appartamenti dorati i piccoli visitatori potranno realizzare un mosaico.
Partendo dalla stella guariniana, simbolo di Palazzo Carignano, i bambini potranno creare forme nuove realizzando un puzzle da donare, quale piccolo ma prezioso omaggio, ai loro genitori.
L’attività prevede la partecipazione di 25 persone max.

Si consiglia la prenotazione: tel. +39 0115641791; e-mail pm-pie.palazzocarignano@beniculturali.it 

 

Villa

A Villa della Regina alle 11.00 

Il tema “Piccolo ma prezioso” ben si presta a Villa della Regina per esaminare i piccoli putti, gli amorini e gli angioletti che impreziosiscono il Salone d’onore ed alcune stanze degli appartamenti reali settecenteschi.
Si tratta di piccole figure portatrici di molteplici significati, sempre positivi: a seconda delle volontà dell’artista il putto è un riferimento all’Amore, alle Arti, all’innocenza di chi è senza malizia o, più semplicemente, al lato spensierato della vita.
Affronteremo il tema raccontando in modo accattivante le storie di Cupido e, percorrendo le sale, aguzzeremo la vista alla ricerca di questi piccoli e preziosi genietti realizzati dagli artisti di corte, in tutte le possibili rappresentazioni.

putti-Copia-2-850x565

Si consiglia la prenotazione: tel. +39 0118194484; e-mail pm-pie.villadellaregina@beniculturali.it

hr1

Ma l’offerta di Villa della Regina si arricchisce nel pomeriggio di domenica, alle ore 16.00, con il primo concerto della seconda edizione di

Le Nvove Mvsiche Festival  organizzato in collaborazione con l’Associazione Musicaviva.

Il controtenore Luca Parolin e Davide Stefanelli al clavicembalo eseguiranno musiche di J.S. Bach: le passioni, gli oratori, le cantate.

Il concerto è gratuito previo pagamento del biglietto d’ingresso alla Villa.

Vezzolano

All’Abbazia di Vezzolano 

sabato 13 ottobre 2018 alle 15,00 nella foresteria presentazione del volume

“Flussi ciclici e schemi impermanenti che danzano a margine del caos”, volume n. 15 dei Quaderni di Muscandia, collana di studi e saggi edita dall’Associazione “Terre, Boschi, Gente e Memorie” di Castelnuovo Don Bosco.
Nel corso dell’incontro si avvicenderanno gli interventi di alcuni degli autori dei contributi e dei rappresentanti degli enti che hanno sostenuto la stampa del volume.
Ingresso libero fino ad esaurimento posti.
Informazioni: e-mail fralar@libero.it

domenica 14 ottobre 2018 alle ore 15.30 nella Chiesa di Santa Maria rassegna corale di Musica Sacra a cura del Coro Polifonico di Santa Cecilia  di Buttigliera d’Asti.

Il concerto, dal titolo Mottetti di compositori dell’800 e celebri cori tratti da opere liriche, verrà diretto dal maestro Paolo Davò.

Ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento posti.
Informazioni: e-mail infopoint@turismoincollina.it

Inoltre sempre con ingresso libero e gratuito, nella foresteria, è possibile visitare la mostra di pittura contemporanea a cura dell’Unione Artisti Chieresi “Sui Sentieri della Luce”


Condividi su:
Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail